domenica 21 settembre 2008

Superiders.

COME TI RIBALTO UN SABATO POMERIGGIO.

video

ieri pomeriggio ero già sveglio da troppe ore. La mattina erano arrivati idraulico e muratore a spostare il calorifero, ultima iniezione di botox al ringiovanimento del mio appartamento. Stavo combattendo in 35mq contro i batuffoli di polvere e i calcinacci armato di scopa, roomba, secchio e swiffer (che per intenderci non sposta e non cattura la polvere, l'aumenta) quando parte il coro di viva la vida e dall'altra parte dell'etere c'è Davide che mi da la buona novella: "ehi Mat, si va" e la giornata da grigio polvere si colora.
Ore 20 siam fuori dai cancelli, ci fa gli onori di casa Alvaro Dal Farra che ci fa entrare.
posto stupendo, in linea con il big air del frestyle e sopra la prima curva del circuito Supercross.
ho goduto come un pazzo a vedere quei 5 matti volanti, avevo visto più volte video di freestyle ma mai dal vivo: un'emozione unica.
La cosa impressionante è che ho capito che ormai il backflip è na cagata e il trucco sta nel fare gli stessi trick di un tempo.. ma a testa in giù.
In finale freestyle son arrivati Max Bianconcini e Mat Rebeaud, che si è acchiappato pure la mia ovazione anche perchè lo si vedeva un po più pazzo degli altri.
Finita la "competizione" di freestyle si passa alla main event di supercross dominata, come la prima eliminatoria, da Ben Coisy, l'unico che aveva capito come interpretare una parte del tracciato con un doppio un triplo e un doppio di fila.

Tornare a casa, in moto, dopo treoreemezza di sgasate salti cadute e frenate non è proprio consigliabile ma anche questa volta la pelle è arrivata salva e intatta ma sopratutto trasudava emozione.

Altri video:









tra due martedi si torna al Forum, per i Coldplay. la videocopertina questa volta è mia.

martedì 9 settembre 2008

Parole, parole e parole..

..PAROLE PAROLE PAROLE SOLTANTO PAROLE TRA NOI



tg5 ore 20 e poco più. sono stufo. Stanco di tutte queste parole vecchie dette da vecchi su fatti vecchi.
Non ho nulla contro gli ebrei, un mio lontano parente lo era e mi han raccontato di come non fu facile in tempo di guerra; ho qualcosa che mi asfissia da dentro quando vedo tutti quei vecchi in perfetti completi su misura, il più delle volte sono abiti blu, come le auto che li trasportano. Non voglio nemmeno fare la solita polemica sterile e tipicamente italiana sul "se la ci fossi io farei.." (che poi son sempre i porci comodi come fan quelli che ci stanno ora). Mi brucia che parlino e parlino.. e ancora parlino di inutili questioni chiuse finite e non dimenticate. Ciarlano senza sapere, come Giacomo Bertone nella newsletter del quale non so come son finito rinchiuso e alla semplice richiesta di uscire da quel pensionato di pensionati mi son sentito dire che io non penso al futuro, come ovviamente fanno tutti i ragazzi della mia età (e quindi più o meno anche tu, che fai ci pensi al futuro? e alla pensione? bah!)
Età che piace tanto a tutti, a noi in primis che comunque e ovunque ce la godiamo, o tentiamo di farlo, mentre i vecchi parlano e parlano ...e ancora parlano di cose loro, e io? e a me che mi sento come il sodio nell'acqua Lete? quando mi cagate a me? quando sarò DINKS (gli Assi di DENARI del marketing)? quando lavorando in due come bestie e vivendo inseme per godere avremo abbastanza soldi da spendere ma 0 tempo per goderceli e quindi via di macchine inutili, viaggi all-inclusive, televisori giganti e abbonamenti a 1000 canali satellitari per godimenti istantanei, futili.
Ed ecco un altro vecchio (sembra Dark Father, ma non son io a scoprirlo) che ieri, nella sua giornata, ha parlato: "più laici cattolici ( =vecchi) nel parlamento" eccheppalle.
Non chiedo molto a quei vecchi, certo preferirei andassero a osservare immobili i cantieri o a pescare al fiume ma alla fine credo un po di bene lo facciano, almeno per se stessi e di riflesso a qualcun altro. No non chiedo ne di avere ne di prenderlo, chiedo solo di non farci sparire.
Perchè come dice uno spot tv "le cose belle spariscono" si e diventano "V.Y.P. Very Ydiot People"

la foto è di manyetikbant.